Internet, diritti umani, digital divide, biblioteche, AIDS, povertà, diritto di espressione, leggi anti-terrorismo…

Per riprendere il discorso, ovviamente sì, Internet fa parte dei diritti umani nel senso che costituisce uno strumento formidabile di difesa e di realizzazione di quegli stessi diritti.

Una sola immagine per farsi un’idea dell’ordine di grandezza del digital divide a livello mondiale, nella sua evoluzione dal 1994 al 2004. I dati provengono da ITU, International Telecommunication Union, agenzia delle Nazioni Unite.

Per vedere più da vicino il ruolo svolto direttamente dalla biblioteche nell’assicurare il diritto di accesso all’informazione, si può consultare il sito del FAIFE dell’IFLA (Committee on Free Access to Information and Freedom of Expression), che annuncia l’avvio dell’elaborazione dei dati relativi al Rapporto 2007.

Sono disponibili nel frattempo i rapporti degli anni precedenti: il 2006 si è concentrato su lotta ad HIV/AIDS, povertà e corruzione; il 2005 sulla legislazione anti-terrorismo e sugli impatti che ha avuto sulle biblioteche.

Un bell’accumulo di argomenti… ma forse è giusto così, perché non è detto che sopravvivenza fisica e diritto all’informazione stiano in comparti separati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...