… ancora COMPA

Bene, mercoledì, tra un incastro di turni a banco e l’altro, sono riuscita a tornare al Compa a sentire il seminario organizzato da IBM!

Ma prima un paio di cose da aggiungere all’intervento di ieri.

Intanto un esempio italiano di mashup di informazione georeferenziata, utile per capire in un colpo d’occhio di che si tratta: Voglio l’ADSL, sito dove chiunque può segnalare che il suo paese o la sua via non sono ancora raggiunti dall’ADSL, convogliando il dato specifico su una mappa d’Italia composta collettivamente.

Un secondo esempio interessante proviene ancora dal Comune di Modena, che utilizza la forma ancora “arcaica” (!) della Newsletter, ma con risultati di grande impatto: iscrivendosi al servizio Unox1 è possibile ricevere una newsletter tematica a scelta fra circa 80 aree diverse riguardanti la vita cittadina, dal tempo libero alle informazioni economiche. Andando oltre, il servizio si sta allargando ad altre forme di interazione coi cittadini come i forum, ad es. in questo momento è attivo un forum per dare vita a un romanzo collettivo online…

Tornando a mercoledì, bisogna dire subito che l’impianto dell’incontro era esplicitamente promozionale oltre che informativo, ma va da sé visti gli organizzatori!
Bisogna comunque riconoscere che IBM è stata una delle prime aziende produttrici di software multinazionali ad aprirsi al mondo dell’open source. Non stupisce quindi vedere questa azienda piuttosto agguerrita nel campo dell’innovazione in rete sotto il segno della collaborazione.

Anche in questo contesto sono stati citati l’ormai onnipresente Wikinomics e un altro classico del 2.0 (che però io non ho letto, se qualcuno vuole farsi avanti e descrivercelo un po’ è il benvenuto!): Il mondo è piatto : breve storia del ventunesimo secolo / Thomas L. Friedman. – Milano : Mondadori, 2006

Una notizia dall’interno di IBM: il passaggio da una tipica forma organizzativa gerarchica in cui le decisioni calavano dai livelli superiori verso il basso, ad un’architettura bottom-up, almeno parziale. Un paio di volte all’anno si svolge ad es. una sorta di brainstorming collettivo in cui qualunque sviluppatore può proporre le sue idee. Vengono poi selezionati come progetti da realizzare le idee che in questi contesti ricevono un maggior numero di votazioni positive da parte dei partecipanti.
E’ un po’ il modello Google (nel senso aziendale): migliorare la produttività promuovendo il coinvolgimento attivo dei dipendenti. E, si presume, pagandoli anche di conseguenza… ah, ecco la differenza rispetto alla pubblica amministrazione!

E’ stato poi presentato un altro esempio interessante di gestione del territorio, My Neighborhood della Contea di Miami, in cui è possibile ottenere informazioni sul proprio quartiere in termini di trasporti, vendite di immobili, crimini, incidenti, e così via.

E’ intervenuta infine C. Cirillo del Comune di Roma che, dopo aver delineato una breve storia dei servizi online per i cittadini romani, ha presentato un progetto partecipativo online dedicato al settore delle attività ricettive che vedrà collaborare gli uffici comunali preposti alle attività produttive con le associazioni di categoria. Gli operatori del settore, oltre ad usufruire di un normale portale informativo, potranno “prenotare” una conversazione telefonica o una chat con personale specializzato per affrontare i problemi organizzativi e normativi che incontreranno nel corso della loro attività. Tutte le transazioni informative verranno registrate e andranno a costruire un database informativo riutilizzabile.

A parte qualche perplessità rispetto all’idea di prenotare una chat (diciamo una forma ibrida tra tempo reale e tempo differito?), l’idea che si costituisca un database di contenuti nati direttamente da forme di interazione è interessante e richiama alla mente la pratica del reference digitale e il difficile equilibrio tra personalizzazione del servizio e possibilità di riutilizzo dei contenuti. Il tema è ancora completamente aperto… vedremo se da casi di questo tipo verranno delle indicazioni interessanti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...