OilProject + Liquida

L’altra sera sono praticamente inciampata nel sito di OilProject, che così si descrive:

“una scuola virtuale di informatica, gratuita ed aperta a tutti. Le nostre lezioni avvengono vocalmente e sono tenute da volontari che condividono le loro conoscenze con gli altri utenti, senza alcun fine al di fuori di quello della divulgazione libera dell’informazione. Con più di 9000 studenti, Oilproject è leader italiano nel campo del free e-learning.”

Nel momento in cui sono arrivata io, era in corso una lezione su Liquida, risorsa tutta italiana che si propone come aggregatore / valorizzatore / motore di ricerca nel campo dei blog italiani e di quelli che si definiscono UGC, User Generated Content, appunto i post scritti dagli utenti della rete.

La lezione su OilProject si svolge così: slide sul vostro pc, la voce del docente in diretta, una chat a fianco delle slide in cui tutti i partecipanti possono fare domande e commenti a cui, puntualmente, il relatore risponde.

Vi ricordate quelle belle sere di una volta in cui, se non avevate voglia di leggere, l’unica alternativa era guardarsi in tv il programma meno brutto?
Tempi finiti!
Sto per comperare un televisore nuovo ma credo che a questo punto non ci investirò più di tanto… Ho passato un’intera serata seguendo una cosa interessante, esprimendo i miei dubbi in un ambiente amichevole, con l’impressione di stare insieme a persone più simili a me di quante ne incontro comunemente nella mia giornata!

Tornando a Liquida, si tratta della principale risorsa italiana (almeno nella sua fase attuale, che è naturalmente beta, cioè sperimentale) per trovare contenuti prodotti al di fuori del mondo dell’editoria online o dei grandi blog conosciutissimi che forse si possono ormai equiparare ad una forma di editoria “quasi-istituzionale”, almeno a livello di capacità di penetrazione.

In sostanza, si tratta di un motore di ricerca che indicizza i singoli post di blog segnalati (il campo Cerca che apre la pagina), a cui si affianca un portale in cui vengono messi in evidenza temi di interesse generale (in questo momento, Istat e occupazione, ma anche Le ricette per le feste, per farsi un’idea).

L’idea del portale rappresenta in qualche modo la sezione più divulgativa del progetto, pensata per invogliare chi non frequenta già il mondo dei blog a conoscere le loro potenzialità. Nella stessa direzione vanno anche il Liquida blog e il Magazine, risorse in qualche modo pre-confezionate e più discorsive per chi desidera una navigazione più “in lettura” che di ricerca attiva.

Il punto forte del progetto è, però, il motore di ricerca.

Se fino ad oggi volevate controllare cosa si dicesse, ad esempio, della vostra biblioteca nei blog locali, avevate a disposizione alcune ottime risorse, ma prevalentemente straniere, come Google blog search (quantitativamente il più potente) e l’ottimo Technorati.

Una più completa lista comparativa fra questo tipo di aggregatori è peraltro stato messo a disposizione dallo stesso staff di OilProject, per chi volesse approfondire.

In Liquida la ricerca si può fare sull’intero archivio, o anche limitatamente alle sole foto e ai video. Certo il progetto è nuovo, perciò non dobbiamo forse aspettarci la stessa potenza attuale di un Technorati, ma qualche bella sorpresa per il futuro forse sì!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...