Weinberger all’ALA MidWinter 2009 OCLC Symposium

Segnalato da Gabriele Lunati su aibcur (grazie!), faccio rimbalzare qui la segnalazione dell’intervento di David Weinberger all’incontro dal titolo From Linking to Thinking (gran titolisti, gli americani!). L’intervento, insieme a quelli degli altri partecipanti, è visibile in streaming video.

Per incuriosirvi vi cito appena tre frasi:

“Non c’è più una reale distinzione fra dato e matadato (in un mondo di interconnessione totale).”
“(Generally) good enough is good enough, ovvero se siete assetati in una giornata torrida non passerete di bar in bar rifiutando una birra perché non è la birra perfetta!”
“Nel mondo dell’abbondanza, le biblioteche mantengono la loro funzione di garantire un pari accesso alla conoscenza, ma lo dovranno declinare sull’idea che la conoscenza è diventata “linked, social, abundant, messy, and human”.”

Linked, social, abundant, messy, and human: a me non dispiacerebbe che più biblioteche si potessero descrivere così!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...