Blog in biblioteca: un’intervista a Buc Galaxi

buc galaxi testata

Dopo quella dedicata ad Extratime, ecco una nuova intervista ad un blog dedicato ai giovani adulti, Buc Galaxi, curato dai sistemi bibliotecari mantovani.

Come nel caso precedente, lascio parlare i diretti interessati con le risposte che mi hanno voluto cortesemente fornire. Aggiungo solo che diventerà sempre più interessante comparare fra loro i blog già nati e che io mi auguro nasceranno nel futuro e (magari fra un po’) vedere quale sia l’effetto complessivo dell’intererazione fra blog e fra blog e altre piattaforme social network. E’ un mondo appena nato per le biblioteche e in buona parte ancora tutto da scoprire e da curare, perciò vediamo intanto cos’hanno da raccontarci i colleghi del mantovano.

1. Come vi è venuta l’idea di fare un blog?

L’idea di fare un blog nasce dal più ampio progetto BIBLIOfuoriTECA, realizzato dal Sistema bibliotecario Legenda con il contributo di Fondazione Cariplo, che prevede, fino alla primavera 2013, molteplici attività e iniziative nelle biblioteche e sul territorio dei 21 comuni del basso mantovano appartenenti al Sistema Legenda. Tra i diversi obiettivi che si vogliono raggiungere con le azioni del progetto, un aspetto centrale è quello di favorire la partecipazione dei giovani e offrire loro, attraverso le tecnologie e i nuovi strumenti di comunicazione, la possibilità di esprimersi e di mettere a confronto le loro idee. Partendo da questo impulso e grazie anche al sostegno degli altri Sistemi bibliotecari mantovani, Ovest mantovano e Grande Mantova, e della Provincia di Mantova, abbiamo, infine, deciso di aprire un blog specifico per i giovani adulti, dai 14 ai 19 anni.
Il blog ci è sembrato lo strumento più efficace perché permette di creare delle comunità virtuali di lettori, dando ai ragazzi la possibilità di comunicare le proprie opinioni senza paura di esporsi direttamente o di essere giudicati, permette in tutti i momenti e luoghi di trovare uno spazio nel quale scambiarsi idee e pensieri, scavalcando le difficoltà logistiche spesso legate alla creazioni di gruppi di lettura in biblioteca. Inoltre il blog è uno strumento immediato, accattivante, efficace per comunicare rapidamente con e tra le giovani generazioni. I ragazzi infatti possono anche semplicemente mettere una valutazione veloce del post (tipico rating con le stellette) o lasciare solo una emoticon per segnalare la loro presenza… il blog quindi ci sembrava più in linea con il linguaggio giovanile e il modo migliore per entrare in contatto con questa generazione di nativi digitali.

2. A chi è indirizzato il vostro blog?

Il blog, come già evidenziato sopra, è stato pensato per i ragazzi dai 14 ai 19 anni, dalla terza media fino all’ultimo anno di superiori.

3. Chi compone la redazione? Come è organizzata?

La redazione è composta da alcuni bibliotecari del gruppo di catalogazione della provincia di Mantova, in particolare quelli che si occupano della sezione ragazzi, con la consulenza di Simonetta Bitasi. Questi scelgono, di solito mensilmente, 6 o 7 libri da pubblicare in primo piano sul blog nel post intitolato “Guarda le ultime proposte di Buc”. Anche i post “Proposte dalle biblioteche” e “Da non perdere – NEW” sono concordati dalla redazione.
Gli altri post sono invece inseriti direttamente dai ragazzi, che si possono iscrivere al blog semplicemente compilando il form presente nella pagina “X veri blogger”. A questi vengono inviate le autorizzazioni per diventare “Autori” del blog, con la possibilità di inserire loro posts e di modificarli; alla email di iscrizione è allegata una breve spiegazione dei comandi essenziali e del layout generale che può essere sempre modificato o arricchito a loro piacimento. La redazione dei bibliotecari interviene solo per inserire il link al catalogo OPAC (cliccando sulla copertina o immagine) che permette di trovare la risorsa nella biblioteca più vicina.
La scelta di coinvolgere i ragazzi è stata fortemente voluta, per dare loro la possibilità di inserire i libri-film-fumetti che preferiscono, senza nessun vincolo legato alla scuola o ai genitori; ciò ci permette inoltre di stare al passo con le loro scelte (anche se a volte discutibili, ma mai censurate, se non in casi estremi finora mai verificatisi) e di mantenerci, per così dire, al passo coi “loro tempi”… quindi conoscere, capire e scoprire direttamente i loro gusti e le loro preferenze. I ragazzi che si sono impegnati nell’inserimento di alcuni post, hanno anche la possibilità di gestire direttamente i commenti e di moderare la discussione, diventando diretti protagonisti e anche responsabili di ciò che hanno deciso di inserire.
Insomma le proposte per creare la galassia di Buc non hanno confini… solo vincolo da rispettare per non perdersi nell’universo, aver letto o visto l’oggetto di cui si parla ed essersi fatti una propria opinione, positiva, negativa, uguale, diversa… l’importante è che sia personale e quindi unica!

4. Come scegliete i contenuti? Avete un piano editoriale preciso?

I contenuti del post in primo piano “Guarda le ultime proposte di Buc” vengono scelti dalla redazione di volta in volta. Ad alcuni eventi a cadenza annuale che si svolgono in biblioteche o nel territorio provinciale, come ad esempio Libro Giovani o Festivaletteratura, si è deciso di dedicare particolare rilevanza, proponendo delle “vetrine” a tema con titoli specifici; nel resto dell’anno invece si cerca di pubblicare nuove proposte solitamente una volta al mese. La scelta, in quest’ultimo caso, viene fatta cercando nuovi titoli di ultima uscita o anche seguendo le indicazioni di uno o più componenti della redazione che ha amato e ritiene adatto al target di riferimento un particolare libro/film o altro, anche tra i classici o libri già usciti da tempo.
Nel post “Proposte delle biblioteche” (numero 2 al fianco della vetrina in primo piano) vengono inserite bibliografie pensate per questa fascia d’età, realizzate dalle singole biblioteche appartenenti ai tre sistemi bibliotecari provinciali: Sistema bibliotecario Ovest Mantovano, Sistema bibliotecario Grande Mantova e Sistema bibliotecario Legenda. Nel post “Da non perdere! – NEW” (numero 3) vengono invece segnalate occasionalmente tutte le iniziative legate alla lettura, ai libri o film, realizzate nella provincia adatte ai giovani adulti.

5. Quali riscontri avete rispetto all’uso del blog (dati relativi a visualizzazioni, contatti diretti, commenti, ecc.)?

Le visualizzazioni complessive registrate fino ad oggi (mercoledì 19 dicembre 2012) sono: 14793. Le visualizzazioni mensili sono sempre state superiori a 500, con picchi fino alle 2000 visualizzazioni per il mese di febbraio 2012 o 1600 per il mese di ottobre 2012. Le visualizzazioni medie giornaliere si aggirano sulle 33/36 visite, anche qui con picchi in alcuni giorni dell’anno, di solito dopo incontri con scuole organizzate dalle singole biblioteche (il numero maggiore di visite, 821, è stato registrato il 24 ottobre 2012).
Per quanto riguarda l’interazione, finora ci sono stati 68 commenti, comprese le risposte dell’amministratore; sono state inviate 16 richieste per diventare autore del blog, 7 richieste non sono ancora state completate, ma 10 autori (più un amministratore) sono operativi sul blog e, tra questi, 8 sono gli autori che hanno pubblicato almeno un post.
Considerando che è stata fatta una campagna di promozione, con locandine e segnalibri a tema, solo parziale e non in tutte le biblioteche del territorio, i dati che abbiamo registrato non ci sembrano male ;) … speriamo che il continuo aggiornamento e cura del sito diano in futuro risultati migliori.

6. Quale piattaforma utilizzate e chi si occupa degli aspetti tecnici (personale interno, tecnici esterni, altro)?

La piattaforma usata è WordPress.com.
Viene usato personale interno per l’aggiornamento del blog e per gli altri aspetti tecnici.

7. Quanto avete speso per avviare il blog e quali spese future siete in grado di prevedere? Che tipo di impegno in termini di lavoro umano vi costa?

Non abbiamo sostenuto nessun tipo di spesa per aprire il blog, poiché abbiamo scelto uno dei temi gratuiti proposti da WordPress e abbiamo cercato di adattarlo alle nostre esigenze; in alcuni casi abbiamo dovuto sottostare alle impostazioni predefinite, ma in futuro non escludiamo di poter attivare anche plug in o widget a pagamento che ci permettano una migliore personalizzazione.
In termini di tempo la scelta e valutazione delle proposte da inserire richiede, se dobbiamo proprio quantificare, circa una settimana; mentre per caricare i contenuti già decisi, cioè 6 o 7 libri con abstract e parole chiave già individuate, circa un paio d’ore al mese.

8. Avete considerato l’ipotesi di utilizzare anche altri tipi di strumenti 2.0 come ad esempio Facebook o altri social network?

Si, ma abbiamo deciso di utilizzare per ora solo il blog per cercare di non disperdere i commenti e le proposte dei ragazzi/utenti che vogliono partecipare. I diversi posts e novità inserite sul sito vengo fatte girare in rete attraverso le singole pagine facebook delle diverse biblioteche o dei Sistemi bibliotecari della provincia di Mantova.

9. Pensate che il blog sia uno strumento di comunicazione adatto anche ad altri tipi di target e per altri obiettivi della biblioteca?

Si, potrebbe essere un buon strumento per condividere le varie iniziative delle biblioteche, dando sempre la possibilità di inserire commenti e opinioni dei diversi utenti… potrebbe essere un metodo alternativo al sito canonico della biblioteca, dove spesso l’utente è solo passivo davanti ai contenuti proposti. Inoltre se pensato a livello sistemico, un unico blog per più biblioteche può permette di ottimizzare le risorse, valorizzando le specializzazioni particolari e mirate delle singole biblioteche e bibliotecari con proposte e contenuti di qualità; può inoltre permettere di valorizzare le proposte delle differenti realtà locali, catturando l’interesse di utenti fuori dal territorio comunale della singola biblioteca e aumentando così il possibile bacino d’utenza di tutto il territorio provinciale.
Abbiamo già infatti sperimentato questa strada con i blog aperti in occasione dei progetti BIBLIOfuoriTECA, GENIUS e Biblioteca Nostra Viva Attiva che ci hanno permesso un’interazione maggiore con gli utenti interessati alle iniziative e corsi proposti.

10. Consigliereste ad altri sistemi bibliotecari di intraprendere questa strada?

Si, consigliamo sicuramente di utilizzare il blog perché, come già detto sopra, è uno strumento che permette una migliore e veloce interazione con il pubblico e perciò, anche con poche risorse economiche a disposizione, può aiutarci a diffondere cultura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...