Google Story

Ho letto di recente Google story / David Vise, Mark Malseed ; prefazione di Roberto Vacca. – Milano : EGEA, 2005.

Sono arrivata in fondo all’ultima pagina perché la vicenda è interessante, ad esempio per diventare un po’ meno ingenui quando apriamo quella famosa pagina e digitiamo questo e quello… insomma, lì dietro c’è un’industria che lavora, e conoscerne i meccanismi può essere utile.

Ma cito qusto libro anche come esempio del livello scandaloso a cui è arrivata la cura redazionale dei testi nell’editoria italiana: complimenti alla casa editrice! aprite le pagine del testo e vi apparirà il più alto numero di refusi mai visti su carta… quasi una teofania dell’errore! Parlando con amici di questo strano caso, mi hanno suggerito che la traduzione fosse stata fatta col traduttore automatico di Google: un omaggio implicito alla potenza delle sue applicazioni? ;-) Il libro non è sempre un oggetto di valore, a volte può essere confezionato peggio della carta igienica del discount!